Contratti per e-Commerce

Consulenza legale per redazione e gestione di contratti di per eCommerce e informatici
A cura dell'avvocato Nicola ferrante

Eccezioni al Diritto di Recesso nell'E-Commerce

Leggi anche Consulenza per la redazione di contratti e-commerce

Nel caso di acquisti effettuati on-line o tramite siti di e-commerce è necessario ricordare che esistono alcune eccezioni alla regola secondo cui il consumatore\acquirente ha diritto a recedere dal contratto entro 15 giorni dal ricevimento del bene, restituendo il bene acquistato e riottenendo quanto pagato. Queste eccezioni sono previste dall'articolo 59 del Codice del Consumo, e riguardano varie tipologie di beni o prodotti. Di seguito, in relazione agli acquisti tramite e-commerce o commercio elettronico, una lista dei casi più importanti:

  • la fornitura di beni il cui prezzo è legato a variazioni del mercato finanziario, che il venditore non è in grado di controllare e che possono verificarsi subito dopo l'acquisto degli stessi beni;
  • la fornitura di beni che, dopo la consegna, risultano per loro natura mescolati con altri beni in modo inscindibile;
  • la fornitura di beni confezionati su misura o chiaramente personalizzati;
  • la fornitura di beni che rischiano di deteriorarsi o scadere rapidamente;
  • la fornitura di beni sigillati, che sono stati aperti dopo la consegna, e che non si prestano ad essere restituiti per motivi igienici o connessi alla protezione della salute;
  • la fornitura di registrazioni audio o video sigillati o di software informatici sigillati che sono stati aperti dopo la consegna;
  • la fornitura di giornali, periodici e riviste, ad eccezione dei contratti di abbonamento per la fornitura di tali pubblicazioni;

Come si può notare questi casi riguardano prevalentemente la fornitura di beni confezionati su misura o personalizzati, o di beni che per loro natura sono velocemente deperibili, cioè prodotti che una volta restituiti sarebbero privi di mercato o di valore. Altra rilevante eccezione riguarda la fornitura di audio, video o software sigillati , relativi ai cosiddetti "contratti a strappo" per cui l'apertura della confezione comporta l'accettazione del contratto e delle condizioni segnalate nella confezione stessa. Anche il caso riguardante i giornali e i periodici è relativo a beni che, successivamente la consegna, perdono il loro valore già dopo qualche giorni.

Da evidenziare che l'articolo 59 del Codice del Consumo prevede rigorosamente queste eccezioni, mentre secondo la regola generale il consumatore può sempre esercitare il diritto di recesso in tutti i casi in cui tale diritto non è espressamente escluso. Nei casi di esclusione è comunque onere del venditore informa espressamente il cliente\consumatore dell'impossibilità di esercitare il diritto di recesso. Nel caso concreto, riguardo i siti di vendita on-line o e-commerce, tale avviso dovrà essere presente nelle condizioni generali d'uso e di vendita del sito, oltre che nella pagina che descrive le caratteristiche e le condizioni di vendita del singolo bene.

Per informazioni sulla nostra consulenza per la redazione e la gestione  di contratti di e-commerce visita questa pagina o contatta lo studio alla mail   Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.  al  numero 328-9687469  o tramite il modulo di contatto sottostante.

Condividi con...

Contatto diretto

* Trattamnto dei dati in base alla legge sulla privacy
captcha
Ricarica